Astronomia & scienze dell'Universo — 17 Febbraio 2016

E’ rovente e irrespirabile, anzi velenosa, composta com’è da acido cianidrico: è l’atmosfera di un pianeta esterno al Sistema Solare roccioso come la Terra e un po’ più grande, una delle cosiddette ‘superterre’.

Ad analizzare per la prima volta l’atmosfera di un mondo alieno di questo tipo, grazie ai dati del telescopio spaziale Hubble, è stato il gruppo nel dipartimento di Fisica e Astronomia dell’University College di Londra coordinato da Angelos Tsiaras e del quale fanno parte numerosi italiani. Tra questi Giovanna Tinetti e il dottorando Marco Rocchetto, che ha lavorato all’analisi dei dati con i colleghi Tsiaras e Ingo Waldmann. Uscita sul sito ArXiv, la ricerca è in via di pubblicazione sull’Astrophysical Journal.

“Per la prima volta siamo stati in grado di rilevare i gas presenti nell’atmosfera di una super-Terra”, ha detto Rocchetto. Le osservazioni dell’atmosfera di 55 Cancri-e, ha aggiunto, suggeriscono che il pianeta è stato in grado di conservare una quantità considerevole di idrogeno ed elio dalla nebulosa di gas dalla quale si è formato il sistema planetario cui appartiene.

Per Giovanna Tinetti “questo risultato ci permette per la prima volta di capire di cos’è fatta l’atmosfera di una super-Terra. Ma dovremo attendere i nuovi telescopi spaziali nell’infrarosso nella prossima decade per saperne di più”. Il pianeta dall’atmosfera impossibile si chiama 55 Cancri-e trova a circa 40 anni luce dalla terra, nella costellazione del Cancro e ruota intorno ad una stella simile al Sole insieme ad altri quattro pianeti. Con una massa otto volte quella del nostro pianeta, 55 Cancri-e è una superterra molto vicina alla sua stella, tanto da compiere un giro di rivoluzione in appena 18 ore. Questo fa sì che la sua temperatura superficiale sia superiore a 2.000 gradi.

fonte notizia :www.ansa.it

This artist’s impression shows the exoplanet 55 Cancri e as close-up. Due to its proximity to its parent star, the temperatures on the surface of the planet are thought to reach about 2000 degrees Celsius. Scientists were able to analyze the atmosphere of 55 Cancri e. It was the first time this was possible for a super-Earth exoplanet.

This artist’s impression shows the exoplanet 55 Cancri e as close-up. Due to its proximity to its parent star, the temperatures on the surface of the planet are thought to reach about 2000 degrees Celsius. Scientists were able to analyze the atmosphere of 55 Cancri e. It was the first time this was possible for a super-Earth exoplanet.

Share

About Author

fabio porro

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Informativa sui cookie. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo maggiori informazioni

Non utilizziamo alcun cookie di profilazione. Sono utilizzati cookie legati alla presenza di plugin di terze parti. Se vuoi saperne di più sul loro utilizzo e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostraINFORMATIVA

Chiudi