Editoriali Slider — 25 marzo 2018

L’onda ciclonica che ancora abbraccia l’area mediterranea tende gradualmente ad esaurire i suoi effetti per lasciare il passo, in un modo più compiuto, alla legge dell’atlantico. Di fatto, proprio da occidente, si intravedono, sia possibilità azzorriane, che possono far pensare a miglioramenti più decisi ed a qualcosa di attinente ad affermazioni del bel tempo, e sia spinte depressionarie in grado di contenerle. Se non vi sono dubbi su un equilibrio spostato a favore delle prime in una prima fase, altrettanto occorre ammettere la minaccia di un forcing occidentale o nord occidentale, successivo, in grado di spingere giù di latitudine l’alta pressione e di innescare il classico tempo variabile o instabile da ovest, quanto meno sul centro-nord. Il disegno generale della situazione in quota si riferisce alla configurazione di metà settimana, quando ancora l’anticiclone delle azzorre spinge una diramazione verso est abbracciando beneficamente il centro-sud. Altrettanto, però, con la freccia grande, vuole indicare la minaccia successiva suddetta, destinata a confinare la stessa alta pressione e ad introdurre correnti umide instabili atlantiche. Si tratta, nel complesso, di disegni meteo e di evoluzioni assolutamente nella norma stagionale, assai distanti da situazioni estreme o di segno particolare. Semmai, da questo punto di vista ma sempre delineando un contesto di non particolare atipicità, è da valutare la possibilità che, nel corso dei primi giorni del mese prossimo, un affondo più meridiano dei precedenti sul vicino oceano ed a ridosso dell’iberia, sia in grado di attivare una prima sortita, seppur moderata, del ramo africano del sub-tropicale e di determinare una breve fase con apprezzabili rialzi termici (trend simboleggiato dalle frecce piccole)…

 

Share

About Author

Pierangelo Perelli

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Informativa sui cookie. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo maggiori informazioni

Non utilizziamo alcun cookie di profilazione. Sono utilizzati cookie legati alla presenza di plugin di terze parti. Se vuoi saperne di più sul loro utilizzo e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostraINFORMATIVA

Chiudi