Editoriali Slider — 19 giugno 2017

FRESCO ANCORA PER POCO: Siamo giunti alla conclusione del break fresco che ci ha accompagnato durante questo fine settimana. Le temperature rispetto alle 48 ore precedenti sono calate vertiginosamente riportandosi sui valori stabili e tipici per il periodo. Qualche regione come ad esempio Puglia, Abruzzo Molise e altre regioni adriatiche invece risultano qualche grado di sotto media. Fresco che sta per terminare in quanto già in queste ore l’Anticiclone Africano tende a riposizionarsi nuovamente sull’Italia e lo farà con maggiore decisione già da domani.

SETTIMANA ROVENTE: Ci attende una nuova settimana bollente sotto una cupola Anticiclonica, infatti l’Africano tenderà a spostarsi con il suo fulcro verso est quasi ancora una volta a ridosso delle due Isole Maggiori. Nel corso della settimana il caldo andrà ad accentuarsi sempre più e nel corso del prossimo weekend le temperature raggiungeranno valori compresi tra i 35-36°C specialmente zone interne del Centro-Sud. Tutto ciò sarà accompagnato da una sensazione di disagio provocato dall’Afa, che farà percepire al nostro organismo temperature più alte rispetto alla realtà.

LUNGO PERIODO QUALCHE VIA D’USCITA?: La siccità si aggrava sul nostro Paese, infatti le piogge si sono ridotte del 50% rispetto alle medie confrontate con gli anni ’80, e tutto ciò penalizza soprattutto l’Agricoltura messa duramente sotto prova. Le piogge mancheranno ancora per diversi giorni almeno fino ad inizio Luglio quando i modelli vedono l’entrata di una severa saccatura che potrebbe mettere in crisi l’Anticiclone . Ma ovviamente vista la distanza temporale non possiamo confermarla e dunque rimarremo aggiornati sulla possibile crisi anticiclonica.

Share

About Author

Francesco Cazzolla

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Informativa sui cookie. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo maggiori informazioni

Non utilizziamo alcun cookie di profilazione. Sono utilizzati cookie legati alla presenza di plugin di terze parti. Se vuoi saperne di più sul loro utilizzo e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostraINFORMATIVA

Chiudi