Climatologia — 17 agosto 2016

Riprendiamo e riportiamo questo interessante appronfondimento da www.meteogiuliacci.it

Il grafico di copertina mostra le temperature e le anomalie di temperatura osservate in questi giorni nelle acque superficiali  del Pacifico ( SST = Sea Surface Temperature) nella regione centrale del Pacifico equatoriale nota come “Nino3.4”.

Il secondo grafico e la tabella mostrano invece e previsioni elaborate dai principali modelli dinamici e statistici mondiali (complessivamente 108 modelli !!) relative alle anomalie nella temperatura SST nell’area Nino3.4. Le  medie sono fornite su base trimestrale (ES: SON = Settembre- Ottobre-Novembre).

Qui ricordiamo che, per convenzione internazionale, si ha un evento conclamato di Niña, quando le anomalie negative SST (raffreddamento del Pacifico equatoriale centrale)  sono inferiori a -0.5 °C.

Allora sia dal grafico che dalla tabella si deducono due informazioni basilari:

1. la Niña sarà probabilmente presente per tutto l’autunno 2016 e per tutto l’inverno 2016-17

2. la Niña, ovvero il raffreddamento del Pacifico equatoriale centrale, sarà modesto (-0.6 °C)  perché  solo un decimo di grado inferiore alla soglia di “neutralità” (né Niño né Niña)

Se così fosse sarebbe impercettibili le influenze della Niña sul clima autunnale e invernale del pianeta e soprattutto sul clima dell’Europa, visto che il nostro continente si trova agli antipodi rispetto al Pacifico centrale

Share

About Author

fabio porro

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Informativa sui cookie. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo maggiori informazioni

Non utilizziamo alcun cookie di profilazione. Sono utilizzati cookie legati alla presenza di plugin di terze parti. Se vuoi saperne di più sul loro utilizzo e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostraINFORMATIVA

Chiudi