Editoriali — 06 Luglio 2016

05-07-2016 – Salve a tutti, breve ma necessario aggiornamento, le carte lo richiedono, davvero ricche di contrasti in questo periodo. Molto rapidamente, riassumiamo gli eventi salienti che potrebbero caratterizzare i prossimi giorni, alla luce degli ultimi aggiornamenti………..

1) Acme del caldo intorno martedì prossimo. Ci attende una settimana di vero caldo, non estremo intendiamoci. L’anticiclone che si sta affermando in questi giorni sarà caratterizzato da una struttura, soprattutto in quota, a chiaro contributo azzorriano ma allo stesso tempo ibrida, in quanto nella media bassa troposfera (sotto i 4000-5000 m), affluirà aria dalle coste africane, sebbene senza andare a “pescare” troppo a sud.

Ecco i valori di temperatura per martedì prossimo a 850 hPa (1500 m), con la+20° C che abbraccia tutto il centrosud, senza però raggiungere gli estremi delle peggiori ondate africane (fig.1)………

fig.1

ECI0-168 (3)

 

Come sivede dalla fig.1, dall’entroterra africano non arriverà la classica “lingua arroventata” come è successo una decina di giorni fa (45° C a Palermo), ma farà comunque caldo,a tratti fastidioso con il passare dei giorni (aumenterà l’u.r.).

2) Tutto quanto descritto finora subirà un deciso stravolgimento proprio per metà mese, a causa di una saccatura atlantica a parziale contributo artico (mari del nord delle Groenlandia), ecco la visione del modello americano (fig.2).

fig.2

Rtavn2401

 

 

 

Ed ecco la stessa carta in fig.1 solo 3 giorni dopo: caldo in rapida ritirata e temperature in picchiata al centronord e poi al sud (fig.3).

fig.3

ECI0-240 (2)

Tutta la dinamica descritta non potrà essere indolore e sono da attendersi fenomeni anche violenti che, a seconda dei diversi aggiornamenti, potranno colpire il centronord in prevalenza o raggiungere il sud (fig.4).

fig.4

ecmwf_T850a_eu_11 (2)

 

 

Dalla fig.4, tratta dal modello europeo, si evince come il fresco dovrebbe realmente arrivare in Italia. Prima però farà caldo, ma è pur sempre estate e sarà una fase non duratura.

Ciao ciao

Ilario Larosa (meteogeo)

Share

About Author

Guido Vercesi

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Informativa sui cookie. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo maggiori informazioni

Non utilizziamo alcun cookie di profilazione. Sono utilizzati cookie legati alla presenza di plugin di terze parti. Se vuoi saperne di più sul loro utilizzo e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostraINFORMATIVA

Chiudi