Climatologia Editoriali — 19 Agosto 2019

AUTUNNO IN RITARDO : PRIMAVERA IN ANTICIPO .

Questa è la conclusione di uno studio di ricerca condotto dalla Università di Southampton dall’analisi delle immagini satellitari osservato tra il 1982 e il 2006.

La percezione di molti appassionati e professionisti meteorologici, che l’inverno in questi ultimi anni si sia accorciato, sembra avere una base scientifica .Per arrivare a questa teoria, gli autori dello studio hanno esaminato centinaia di immagini satellitari tra il 1982 e il 2006, cercando di studiare la vegetazione durante questi cambiamenti stagionali.

 

Utilizzando le fotografie fornite dal Global Inventory Modeling and Mapping Studies (GIMMS) , sono state analizzate le variabili ambientali come il ciclo di crescita della vegetazione, i cambiamenti nella copertura fogliare, il colore o la velocità di crescita.

I più importanti cambiamenti vegetativi legati al cambiamento della periodicità della stagione autunnale sono stati riscontrati nelle foreste con alberi latitoglie a foglia larga, che hanno mostrato chiaramente dai loro stati vegetativi che l’autunno sta arrivando sempre di più in ritardo.

Un effetto del cambiamento climatico?

Secondo il gruppo di ricercatori, lo studio “mostra che i cambiamenti climatici stanno alterando significativamente i cicli di crescita della vegetazione per determinati tipi di vegetazione”

Secondo gli scienziati inglesi, tali cambiamenti possono causare problemi nella sostenibilità delle piante stesse, nonché delle specie che dipendono da esse e, in definitiva, del clima attraverso i cambiamenti nel ciclo del carbonio.

A cura di Centra Massimo

Fonte: http://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0034425713004422

Share

About Author

Massimo Centra

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Informativa sui cookie. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo maggiori informazioni

Non utilizziamo alcun cookie di profilazione. Sono utilizzati cookie legati alla presenza di plugin di terze parti. Se vuoi saperne di più sul loro utilizzo e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostraINFORMATIVA

Chiudi