Editoriali Estate 2017 Slider — 18 febbraio 2017
Considerazioni del webmaster sull’INVERNO 2016/2017,  un pizzico di ironia per raccontare quelle che, per molti, sono state delle “scomode” verità sulla stagione appena trascorsa..

Siamo, quasi, giunti nel periodo delle “deduzioni”. Quelle “facili”, forse, ma anche quelle “scontate”, assieme ad alcuni.. (molti a dire il vero) “luoghi comuni” e tante tante tante (troppe ) “chiacchiere da bar”.

Una cosa è necessario dire: L’inverno 2016/2017 lo ricorderanno, e qui davvero mi “inchino” con umiltà,  solo le popolazioni del Nostro Meridione. Ma per il suo aspetto NEGATIVO. Concomitanze a catena.. di eventi i quali, purtroppo, han postato a nefaste conseguenze. Per loro non è stata una fase “normale”, di quella stagione fredda ove i più “meteoappassionati” fanno a gara per vedere qualche fiocco nel proprio orticello. Li, la sola gara che si svolgeva, era per un tragico gioco a perdere, cercando solo di “guadagnare” tempo.. laddove, in molti,  prima…. ne avevan perso a sufficienza.

Tornando a noi, giusto ricordare che nelle regioni del Nord e parte delle Centrali, specialmente dsul proprio lato Occidentale, INVERNO, con la giusta sommatoria fra termiche e precipitazioni.. “degne di nota”, non è stato.

E con il benestare dei chiacchieroni e chiacchiericci.. Dei sentenziatori e sentenzianti. Dei negazionisti o affematori “convinti”.. Quelli che “la verità in tasca ce l’ho io.. e non la mollo”… INVERNO, non solo per il sottoscritto, ma per chiunque.. discostato da facili “dita puntate” dal più “fanatico” che ti .. vorrebbe.. relegare nella schiera CALDOFILA o FREDDOFILA.. significa, o dovrebbe significare DINAMICITA’ ATMOSFERICA e TEMPERATURE BASSE. La giusta formulazione ed interazione, poi, di queste due caratteristiche.. degne di una stagione fredda, faran si che episodi Nevosi possano verificarsi, non solo nei nostri “orticelli”, magari al piano, ma pure nei settori ove è il turismo Invernale a smuover l’economia.

Così NON è stato. Avvisaglie ve ne son state, ma, purtroppo, è pessima abitudine di molti (troppi) i quali, credendo la rete, quindi la libera informazione possa significare “io sono titolare del vero”…  criticare se qualcuno possa “osar” (sia mai!) “sentenziare”.. ANZI.. descrivere.. supposizioni supportate da dati NERO su BIANCO e non semplici chiacchiere da bar.

L’inverno al Nord, questa volta, si è caratterizzato SOLO per le termiche a volte rigide, VERO, ma, ricordiamoci, non sono DIECI  o VENTI giorni rigidi a far quadrare il cerchio. Si parla sempre di “medie”, un mese di termiche basse (poi nemmeno tropposottomedia…) viene “facilmente” scalzato da qualche giorno con termiche sopramedia. Facciamo due calcoli e spunta un Inverno.. deludente, ripeto, a costo di risultare fastidioso, sempre laddove sia mancata l’ accomunanza necessariamente simbiotica termica & precipitativa,  mi riferisco sempre al Centro Nord.

Bene, lungo prologo.. Serve a portarvi sempre più alla facile conclusione, l’Inverno, quello meteorologico, termina il primo Marzo: aumento termico, assenza precipitativa, massime alte, minime simil Invernali, escursione termica degna di nota, nebbie  su Pianure e zone interne?? Si: così si concluderà. Ciò non toglie che eventuali “colpi di coda”, classici Marzolini, non mancheranno di certo. Ma non saranno nemmeno degni, probabilmente, di citazione se faranno facile statistica, l’appassionato, per carità, li aspetta sempre. L’analista.. li racconterà, semplicemente…

Nel weekend scende un pò di aria fredda da Nord diretto sui Balcani, lambisce l’Italia, qualche regione vedrà precipitazioni, nevicate sugli Appennini oltre i 1200 metri, calano ovunque le termiche. Da Lunedì, si riafferma L’anticiclone, giornate con massime sopramedia, qualche nebbia possibile su zone interne, vallate del Centro e le mai mancanti Pianure del Nord. E poi?

Poi basta. Qualche modello previsionale “ipotizza”, ed eccoci arrivati…  “sbuffi” freddi dal 5 Marzo. Credetemi, si ha più facilità a “centrare” un terno al lotto che affermare, con spendibili certezze, la realizzazione di una previsione a 15 giorni. E comunque, in ogni caso, anche fosse, non farà notizia. Marzo spesso esprime caratteristiche di parentesi velocissime fredde. Appunto.. dicesi “velocissime”. L’Inverno tende a finire quando le ore di luce di una giornata divengon sempre più ampie.. Marzo ne è l’esempio LAMPANTE..

Quindi, ricapitolando, maltempo su Centro Italia, specie lato Adriatico, nel weekend 18/19 Febbraio, apporti anche degni di nota, neve su Appennini al di sopra dei 1200 metri. Termiche in calo.. Nord al secco.

E… STOP!!!

Perchè.. Stop?? Signori: da lunedì rimonta anticiclonica con valori termici OVUNQUE in graduale aumento, si, insomma, la  PRIMAVERA è alle porte. Confortatevi..e, confortiamoci, si.. mi ci inserisco pur’io. L’inverno, a parte episodi che a Marzo, spero, non mancheranno, è rinviato alla prossima stagione 2017/2018.

Mi verrebbe da dire: “Bocciato e senza giustificazioni” (Su Nord e parte delle Centrali.. è bene ribadirlo) ma non lo dico… Ops.. l’ho detto 😉

Eh, vabbè, passatemela, dai. Abbiamo “sopportato” un Non inverno, precipitativamente parlando, su Centro Nord, e non “passa” una mia affermazione così sincera??

Un saluto e buon proseguimento

Nikolas Rossi

Webmaster & Admin

www.meteoservice.it

www.meteoservice.net

Share

About Author

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *