Editoriali Slider — 26 novembre 2017

Le ultimissime emissioni sciolgono i residui dubbi sul grado di affondo della fase artica e scelgono l’ipotesi dell’affondo marcato. Rimangono da chiarire quelli che saranno, nel dettaglio, gli sviluppi ulteriori ed inquadrati nel corso della prima decade del mese. Riguardo al fatto che nel corso dei primissimi giorni di dicembre anche il mediterraneo sia destinato ad affrontare una fase di deciso segno invernale di incertezze non ce ne sono più. La sacca artica è destinata, rapida, a scivolare sotto forma di una estesa circolazione ciclonica, prima sull’europa centrale e poi, con una diramazione, in modo ben definito, anche sul mediterraneo centrale e occidentale. Il disegno delinea la situazione prevista in quota tra l’1 ed il 2 dicembre e chiarisce la significativa irruzione associata ad un asse di saccatura ben attivo e ciclogenetico. La sua evoluzione in circolazione depressionaria mediterranea, in sviluppo sul tirreno centrale ed in successivo approfondimento sul tirreno meridionale (simbologia blu), è nei segni del trend fisiologico di queste configurazioni, foriere di freddo e di fenomeni a carattere invernale. Il conseguente richiamo orientale o continentale fa la sua parte inevitabile e contribuisce ulteriormente al calo termico. Di particolare interesse anche la verifica del dopo, che possiamo esaminare almeno sino alla metà della settimana successiva, al momento non privo, come detto, di dubbi, ed ancorato a due possibilità principali dettate dai due riferimenti modellistici previsionali GFS e ECMWF. Il primo da credito ad una maggiore persistenza del cut-off o della circolazione depressionaria residua, e, dunque ad una evoluzione più lenta, associata ad ulteriori apporti alimentativi della medesima; il secondo ad un trend decisamente più mobile che vede il polo freddo spostarsi rapido verso levante e fare spazio ad una nuova irruzione artica con i segni identici a quelli della precedente (simbologia viola). Nel complesso, in ogni caso, si osservano, anche guardando nel lungo termine, segnali orientati nella direzione di un inzio di inverno favorevole al grande nord…

 

Share

About Author

Pierangelo Perelli

(1) Reader Comment

  1. Nunzia Bernacchia

    È prevista neve nelle Marche settentrionali??

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Informativa sui cookie. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo maggiori informazioni

Non utilizziamo alcun cookie di profilazione. Sono utilizzati cookie legati alla presenza di plugin di terze parti. Se vuoi saperne di più sul loro utilizzo e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostraINFORMATIVA

Chiudi