Editoriali — 26 Gennaio 2018

Tra qualche giorno saremo secondo la tradizione popolare nei giorni più freddi dell’anno nei cosiddetti tre giorni della merla , ma nei prossimi giorni ed almeno fino al giorno 31 saremo interessati da un campo di alta pressione che causerà un generale aumento delle temperature diurne specie in quota in tutta l’Italia, mentre di notte grazie alla mancanza di nuvolosità e alla quasi assenza di ventilazione si potrebbero verificare delle locali gelate sulle zone di pianura del nord e delle zone più interne del centro sud peninsulare.

L’immagine sottostante si riferisce alla anomalia della temperatura prevista per  la prima parte di Martedì 30 Gennaio alla quota di circa 1400 metri.

Come si può notare ci sarà un sopramedia termico specie al nord e lungo le zone orientali della penisola.

IMG_20180126_152435.png
IMG_20180126_152454.png
IMG_20180126_152517.png

Un piccolo accenno sul possibile cambiamento del tempo atteso per la prima settimana di Febbraio che secondo alcuni dovrebbe portarci il gelo siberiano sull’Italia, bisogna evidenziare che dopo un certo tot di giorni i modelli di previsione non sono più affidabili poi soprattutto quando si tratta di irruzioni fredde, quindi un mio consiglio ed è quello di non fidarsi di chi fa questi annunci.

A cura di Centra Massimo

Share

About Author

Massimo Centra

(3) Readers Comments

  1. infatti col c…………………………………… che viene il gelo….per vinire dovrebbe esserci l’inverno.

  2. Damjana Simšič

    Sarebbe anche ora 😏

  3. Gianemilio Ardigo

    Non ce ne sono più di merli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Informativa sui cookie. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo maggiori informazioni

Non utilizziamo alcun cookie di profilazione. Sono utilizzati cookie legati alla presenza di plugin di terze parti. Se vuoi saperne di più sul loro utilizzo e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostraINFORMATIVA

Chiudi