Buon pomeriggio, oggi vorrei mostrarvi una curiosità…questi giorni di alta pressione mediterranea e basse pressioni ad ovest del continente hanno favorito il richiamo ad alte quote di polvere sahariana da sud, anche i nostri cieli ne sono totalmente impregnati. Queste particelle vengono chiamate appunto “polveri” o “pulviscolo desertico”, chiamarle semplicemente “sabbia” è sbagliato in quanto la sabbia ha granelli molto più spessi e pesanti. Gli scienziati hanno elaborato un modello per tenere sotto controllo lo spostamento di queste polveri, vediamolo:

 

Modello greco della quantità di polveri presenti nell’aria in milligrammi per metro quadro valida per la giornata di oggi ore 12:00, notare come nel deserto si raggiungano quantità di quasi 3 kg di polvere per metro quadro, sulle nostre teste abbiamo circa 0.5 kg/m2                        FONTE IMMAGINE: severe weather europe facebook

 

previsione della quantità di polveri valida per il 28 marzo ore 18:00

 

Guardando le carte il pulviscolo raggiunge addirittura le latitudini islandesi, estendendosi anche verso la Groenlandia meridionale, la Svezia e la Norvegia. Insomma il deserto del Sahara ha convogliato polveri per migliaia di kilometri a nord, ricordandoci quanto possa essere influente questa zona desertica anche in luoghi molto distanti, ovviamente laddove ci saranno precipitazioni il pulviscolo si riverserà al suolo vanificando i precedenti lavaggi delle vostre auto, la meteo è anche questo. Buona giornata!

Share

About Author

Mattia Antonucci

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *