Editoriali — 29 Dicembre 2018

L’Adriatic Snow Effect (ASE)

Tale nome è spesso usato negli USA come “Lake Effect Snow” che si manifesta nel Nord America quando masse d’aria gelide proveniente dal Canada , raggiungendo la zona dei Grandi laghi, sollevano repentinamente masse d’aria tiepida umida e mite presente nelle acque di quest’ultimi, creando grosse nuvole cumuliformi cariche di precipitazioni nevose che vanno a scaricarsi con tormente di neve nelle zone immediatamente circostanti l’entroterra.
Proprio come il Lakes Snow Effect nord-americano, l’Adriatic Snow Effect (ASE) si origina quando uno spesso strato d’aria molto fredda e secca di origine finno-scandinava o russo-siberiana scorre sopra la superficie del Mare Adriatico, le cui temperature sono relativamente elevate anche nel semestre freddo.

I forti contrasti termici che si determinano sopra la più calda superficie marina creano un notevole gradiente termico verticale. Per tale motivo, l’aria diventa molto instabile e i moti diretti verso l’alto danno luogo allo sviluppo di nubi imponenti (cumuli e cumulonembi) in grado di apportare precipitazioni a prevalente carattere di rovescio nevoso. Lo sviluppo di queste formazioni nuvolose è favorito dal rapido arricchimento di vapore nelle masse d’aria gelida e secca che attraversano il tratto marino.
Piccoli cumuli si formano appena al largo delle coste adriatiche orientali e si accrescono man mano che si avvicinano alle coste italiane, le quali possono ritrovarsi imbiancate da precipitazioni a carattere nevoso, se le temperature sono particolarmente basse.Il fenomeno può risultare ancora maggiore se si verifica in presenza di fenomeni di convergenza al suolo o di sollevamento forzato da ostacoli orografici (cosiddetto Effetto Staü = sbarramento)ed in questo caso dallo sbarramento effettuato dai rilievi appenninici o per la Puglia dal promontorio del Gargano e dalle Murge.

A cura di Centra Massimo

Share

About Author

Massimo Centra

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Informativa sui cookie. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo maggiori informazioni

Non utilizziamo alcun cookie di profilazione. Sono utilizzati cookie legati alla presenza di plugin di terze parti. Se vuoi saperne di più sul loro utilizzo e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostraINFORMATIVA

Chiudi