Editoriali — 20 Luglio 2019

IL CALORE FA SÌ CHE LE PERSONE ABBIANO PRESTAZIONI INFERIORI.

Il calore induce la gente ad avere un rendimento più basso , così dice uno studio di ricerca condotto dalla Harvard University.

Meno efficienza nelle attività.

L’analisi condotta dagli scienziati su un folto gruppo di studenti ha trovato un chiaro calo nel rendimento durante l’esecuzione di compiti accademici: le operazioni di matematica , gli esami , e di altre funzioni cognitive correlate.

Detta perdita di facoltà è emersa soprattutto da un aumento di temperatura di 2,5 ° C , in modo che gli studenti hanno mostrato una risposta peggiore e più lenta ai compiti assegnati quando non erano interessati dal calore.

I partecipanti allo studio hanno risposto in modo peggiore e più lentamente (fino al 10% più lentamente) aumentando il tempo di reazione tra 16 e 24 millisecondi per grado.
Il cervello non funziona bene a partire da 40 ºC.
Gli scienziati sanno che il cervello umano non funziona correttamente a partire da 40 ° C e che a partire da 42 ° C le cellule iniziano a denaturare e si può correre un serio rischio di morte.

Fonte web

A cura di Centra Massimo

Share

About Author

Massimo Centra

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Informativa sui cookie. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo maggiori informazioni

Non utilizziamo alcun cookie di profilazione. Sono utilizzati cookie legati alla presenza di plugin di terze parti. Se vuoi saperne di più sul loro utilizzo e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostraINFORMATIVA

Chiudi