Editoriali Slider — 23 luglio 2017
Il nuovo break estivo alle porte si configura nella dimensione di un rialzo barico alle alte latitudini oceaniche e di un approfondimento ciclonico lungo tutta la fascia centro-occidentale del continente.

L’azione anticiclonica alle latitudini mediterranee può essere tale da impedire un guasto generalizzato e significativo e da indirizzare la saccatura in direzione della penisola balcanica, ma è evidente che una sfuriata di instabilità (segnatamente su settentrione, fascia adriatica e zone interne) e un raffrescamento sono inevitabili. Al netto di eventuali fenomeni a carattere di forte intensità è chiaro che il raffrescamento è da accogliere con estremo favore, anche perché sembra trattarsi di fenomeno temporaneo.

Buona parte della settimana, comunque, dovrebbe vivere nella realtà di un contesto occidentale/nord-occidentale, mite e distante dalle calure dell’intraprendente sub-tropicale di questi mesi. Poi, ad iniziare dal fine settimana prossimo, con la maturazione graduale di un nuovo regime con curvatura ciclonica in oceano e rialzo barico sul continente, saremo costretti ad assistere al ritorno prorompente del nostro poco amato sub-tropicale. Il disegno generale identifica la situazione prevista in quota ad inizio settimana e mostra, chiaro, l’affondo depressionario che ha come obiettivo il mediterraneo centrale e la penisola balcanica.

Le linee, simbolo di una isoipsa di riferimento, vogliono invece descrivere la successiva evoluzione, che, dal fine settimana prossimo ai primi di agosto, ripristina il dominio dell’anticiclone. Tra un regime simil WR1 quale quello che si profila a breve ed un regime WR3, di segno praticamente opposto, quale quello che spinge una estesa onda anticiclonica in area euro-mediterranea, ce ne corre e ci sta la differenza che corre tra un clima mite con instabilità ed un clima assai caldo e stabile.

Possiamo altresì, e per fortuna, guardando nel lungo termine, sperare che, poi, nell’immediato successivo prosieguo di agosto, l’onda positiva sud-ovest/nord-est descritta maturi nella direzione di una configurazione più ovest-est, con una minore ingerenza anticiclonica, quanto meno sul nord italia…

Share

About Author

Pierangelo Perelli

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Informativa sui cookie. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo maggiori informazioni

Non utilizziamo alcun cookie di profilazione. Sono utilizzati cookie legati alla presenza di plugin di terze parti. Se vuoi saperne di più sul loro utilizzo e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostraINFORMATIVA

Chiudi