Editoriali Slider — 03 febbraio 2018

Dopo un mese e mezzo circa di non inverno l’inizio di febbraio rispolvera immagini semi-dimenticate da stagione fredda. La configurazione euro-atlantica riesce ad aprire, al mediterraneo, la strada del nord-atlantico e del nord-europa, innescando una azione settentrionale ad impulsi, capace persino di incorporare, tendenzialmente, una componente continentale. Di fatto la propulsione meridiana dell’anticiclone oceanico può riuscire a delineare una estensione sud/ovest-nord/est, con temporaneo rialzo barico in sede scandinava, tuttaltro che estraneo ad un quadro perfettamente invernale. La fugacità di tale azione, non associata a chiusure e a blocchi, difficilmente consentirà effetti di persistenti richiami nord-orientali, ma è un fatto che la settimana mediterranea ne sarà influenzata e regalerà quanto è norma del periodo stagionale. La saccatura fredda e l’azione ciclonica corrispondente, attualmente in azione sul mediterraneo settentrionale, foriere di precipitazioni e di raffreddamento, nel corso dei primi giorni della settimana e per effetto della rimonta anticiclonica suddetta possono ridelinearsi nel contesto di un flusso nord/est-sud/ovest, certamente in grado di spingere impulsi in direzione di iberia e mediterraneo occidentale. Il disegno della situazione generale fa riferimento proprio a detto periodo, da l’indicazione della manovra nord-europea/continentale, ciclogenetica tra baleari ed iberia, e fornisce il quadro di una depressione mediterranea in evoluzione e spostamento successivi dall’iberia verso levante. Senza blocchi e senza l’innesco di persistenti azioni orientali o nord-orientali, la medesima situazione, di freddo moderato e di instabilità, saprà comunque alimentarsi delle infiltrazioni di una porta nord-oceanica, poco propensa a chiudere i varchi e a dare spazio al continente ma pur sempre apportatrice di quadri invernali, per poi, forse, stemperarsi in direzione del fine settimana…

 

Share

About Author

Pierangelo Perelli

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Informativa sui cookie. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo maggiori informazioni

Non utilizziamo alcun cookie di profilazione. Sono utilizzati cookie legati alla presenza di plugin di terze parti. Se vuoi saperne di più sul loro utilizzo e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostraINFORMATIVA

Chiudi