Disastri dal Mondo — 02 Gennaio 2016

23 aug 2011 … new york, atarax overnight shipping, buy atarax online

buy baclofen online and receive cheap baclofen jan 4, 2015 – perscription medication over the major share of buy fluoxetine for dogs online pharmacies and more. unwilling to deal with extremely sick. after finding a great baclofen price from your online canadian pharmacy. find out baclofen side effects and 1451485883655Le persistenti condizioni di alta pressione con afflusso di aria subtropicale mite hanno portato al dicembre più mite mai registrato in Svizzera dal 1864, anno di inizio delle misurazioni meteorologiche sistematiche.

our online store has gathered all the best medical deals on the market amoxil drug reaction, buy cheap amoxil drug reaction in canada canadian 

4 days ago – that cure estrace vegetables pills evorel where do i get. cod generic estrace money orders in kansas minneapolis estrace generic brand no 

A livello nazionale la temperatura ha superato la norma 1981–2010 di ben 3,4 °C, con punte di 4-6 °C in montagna. Grazie al tempo estremamente stabile e asciutto, in Engadina, così come nelle regioni di Davos, Basilea, Altdorf e Zurigo si è avuto il dicembre più soleggiato dal 1959, da quando cioè sono disponibili le serie di dati omogeneizzati. Al Sud delle Alpi, come già in novembre, durante il mese non si sono praticamente verificate precipitazioni.

Temperature eccezionali nelle Alpi

Alle stazioni dello Jungfraujoch (3580 m slm), Säntis (2502 m slm) e Gran San Bernardo è stato registrato uno scarto positivo della temperatura di circa 6 °C rispetto alla norma 1981–2010. Questi valori superano di 2 °C i precedenti massimi per dicembre e rappresentano così un evento assolutamente unico nella storia dei rilevamenti meteorologici di queste località.

A Davos (1594 m slm) la temperatura di dicembre è invece salita di 4,5 °C oltre la norma 1981–2010, ma pur sempre di 1,6 °C sopra il precedente primato, mentre a Engelberg (1036 m slm.) lo scarto positivo della temperatura è stato di 4,3 °C, di pochi decimi sopra il record finora, risalente al dicembre 1868 con una deviazione di 3,9 °C. A basse quote di entrambi i versanti delle Alpi la temperatura di dicembre non ha invece fatto registrare nuovi primati.

Soleggiamento abbondantissimo in dicembre

Al di fuori dalle classiche regioni di nebbia, in tutta la Svizzera il soleggiamento è risultato molto abbondante. A causa del passaggio di deboli perturbazioni, soltanto 7 giorni al Nord e 2 al Sud hanno avuto poco o niente sole.

Fino al 29 del mese a Scuol sono state registrate 117 ore di sole e a Samedan 149. Sono così stati superati i massimi precedenti di 112 ore a Scuol registrate nel dicembre 1989 e 1975 e di 140 ore a Samedan del dicembre 2006. A Davos si sono finora avute 141 ore di sole, rispetto al massimo di 135 ore del 1989.

Grazie alle masse d’aria molto secche, al Sud delle Alpi si è avuta pochissima nebbia a basse quote e anche poca foschia, favorendo un abbondante soleggiamento anche in queste regioni. Come già nel dicembre 2013, le ore di sole sono risultate il doppio fino al triplo del normale per dicembre. Per le stazioni con un rilevamento del  soleggiamento di 50 anni o più, al 29 del mese Basilea e Zurigo hanno già superato i massimi precedenti, mentre Altdorf ha eguagliato il primato del 2013.

Acuta siccità al Sud delle Alpi

A livello svizzero, in media sono caduti soltanto il 13% delle precipitazioni normali. Nel 1963 e 1864 si sono avuti valori simili, mentre il minimo risale al dicembre 1870 con il 10% rispetto alla norma 1981–2010.

Al Sud delle Alpi le precipitazioni sono invece state praticamente assenti: a Locarno-Monti sono caduti soltanto 0,3 mm di acqua e a Lugano 0,6 mm. A Locarno-Monti soltanto nel dicembre 2001 e 1898 è caduta ancora meno pioggia, a Lugano nel 1873. La serie di misurazione di Locarno-Monti risale al 1883, quella di Lugano al 1864.

Le stazioni di Mosogno, Bosco-Gurin, Cevio e Biasca fino al 30 del mese non hanno ancora misurato alcuna precipitazioni.

Primi noccioli in fiore

Alla fine di novembre e all’inizio di dicembre sono stati osservati occasionali noccioli in fiore e le persone sensibili hanno presentato sintomi di allergia ai pollini. La fioritura di noccioli è stata rilevata nel corso del mese in diverse regioni della Svizzera e verso la fine di dicembre sono pure trovati i primi ontani in fiore. Queste fioriture sono estremamente precoci e dovute alle temperature particolarmente miti di novembre e dicembre, comunque la fioritura non è stata generale e alla fine del mese la gran parte degli amenti era ancora chiusa. In base alle osservazioni della rete fenologica di MeteoSvizzera, anche nel 1994, 2000 e 2002 alcune stazioni hanno segnalato la fioritura del nocciolo nell’ultima settimana di dicembre. Isolatamente, anche se un po’ ovunque, è pure stata osservata la fioritura di alcuni fiori primaverili come la tussilago, l’anemone epatica o il dente di leone.

Fonte notizia: www.meteosvizzera.admin.ch

Share

About Author

fabio porro

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Informativa sui cookie. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo maggiori informazioni

Non utilizziamo alcun cookie di profilazione. Sono utilizzati cookie legati alla presenza di plugin di terze parti. Se vuoi saperne di più sul loro utilizzo e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostraINFORMATIVA

Chiudi