Paganella — 14 Dicembre 2013

 

STANOTTE DOPO LE 24 UNA BUFERA DI NEVE SI SCATENA SULLA CITTA’

Torino 10 Febbraio 1956

Questa notte dalle 24 in poi una bufera di neve si è scatenata sulla nostra città.
Neve farinosa, sospinta da gelide folate di vento.
La precipitazione è stata così intensa che poco dopo l’una le vie di Torino erano già
ricoperte da uno spesso mantello candido.
I turbini hanno invaso anche i portici, ammassando la neve sotto le arcate 
per uno spessore di oltre 10 centimetri.
Il servizio municipale di sgombero è subito entrato in funzione con numerosi automezzi,
ma il compito non è facile anche perché, la nevicata continua assai fitta.
Vi è da prevedere che le comunicazioni tranviarie saranno non poco disturbate;
durante la notte apposite vetture sono state messe in circolazione per mantenere liberi gli scambi almeno sulle linee principali.
La circolazione automobilista è diventata molto difficile poiché le ruote dei veicoli non provvisti di pneumatici speciali o di catene girano a vuoto.
Se la temperatura dovesse ancora mantenersi rigida come negli ultimi giorni il suolo di Torino
sarebbe inevitabilmente trasformato in una pista ghiacciata.
Per scongiurare questo pericolo è necessario che le squadre degli spalatori entrino al più presto
in funzione con mezzi adeguati.
Si calcola che stanotte soltanto tra le ore 24 e le 2 siano caduti sulla nostra città oltre 15 centimetri di neve.

 

Share

About Author

Daniele Baroni

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Informativa sui cookie. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo maggiori informazioni

Non utilizziamo alcun cookie di profilazione. Sono utilizzati cookie legati alla presenza di plugin di terze parti. Se vuoi saperne di più sul loro utilizzo e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostraINFORMATIVA

Chiudi