Editoriali — 10 marzo 2018

Attualmente ci sono buone possibilità che una fase alquanto fredda possa interessare tra la fine della seconda decade e l’inizio della terza il nord Europa , la Russia e una parte dell’Europa orientale , per l’Italia le probabilità per un suo interessamento diretto rimangono alquanto basse.
Dagli spaghi ensemble del modello europeo riferiti alla zona Roma si nota una tendenza ad una diminuzione delle temperature in terza decade ma senza eccessi .

 
Dalla media degli spaghi di GFS si notano temperature superiori agli 0 gradi anche nel lungo termine quindi nessuna fase fredda.
Vi mostro gli spaghi ensemble riferiti ad Helsinki dove si nota la possibile ondata di gelo a partire dalla fine della seconda decade.
Seguitemi su
www.facebook.com/notiziemeteoitalia/
A cura di Centra Massimo 

Share

About Author

Massimo Centra

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Informativa sui cookie. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo maggiori informazioni

Non utilizziamo alcun cookie di profilazione. Sono utilizzati cookie legati alla presenza di plugin di terze parti. Se vuoi saperne di più sul loro utilizzo e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostraINFORMATIVA

Chiudi