Editoriali Slider — 19 gennaio 2018

Previsioni Meteo, prepariamoci al “Grande Anticiclone” di fine Gennaio: 1040hPa sull’Italia! Intanto il caldo aumenta, oggi +19°C in Sicilia e +16°C in pianura Padana [DATI]

Previsioni Meteo, la prossima settimana arriva un poderoso Anticiclone delle Azzorre con picchi di 1040hPa tra l’Italia e i Balcani: temperature ancora a ridosso (e a tratti persino oltre!) dei +20°C in tutto il Paese

Previsioni Meteo – L’Italia si prepara ad un “Grande Anticiclone” per fine Gennaio: l’alta pressione delle Azzorre si stanzierà sul Mediterraneo per tutta la prossima settimana, con valori di oltre 1035hPa proprio tra l’Italia e i Balcani (dove si toccheranno punte di 1040hPa) tra 23 e 25 Gennaio. Un’anomalia impressionante, perchè uno scenario del genere è tipico della situazione barica estiva nell’area Euro-Mediterranea. Si prolunga il periodo di siccità che da mesi sta interessando tutto il Centro/Sud dell’Italia e tutta la penisola balcanica, e le temperature continueranno a persistere sui valori anomali, e incredibilmente elevati, che hanno già caratterizzato le prime due decadi di quello che dovrebbe essere il mese più freddo dell’anno. Ma non sarà così in questo 2018.

image: http://www.meteoweb.eu/wp-content/uploads/2018/01/satelliti-italia-europa-19-gennaio-2-300×212.jpg

Intanto il caldo è quotidianamente sempre più folle. Un’escalation senza precedenti per il mese di Gennaio, appunto. Oggi, Venerdì 19, abbiamo avuto valori esagerati da Nord a Sud, ovunque tra 6 e 12 gradi oltre la norma. Si tratta di +19°C a Siracusa, +18°C a Catania, Pescara, Termoli e Vasto, +17°C a Palermo, Messina, Crotone, Lentini, Augusta, Vieste e Noto, +16°C a Bari, Cagliari, Rimini, Lecce, Catanzaro, Olbia, Marsala, Barcellona Pozzo di Gotto, Patti, Forlì, Monopoli, Pomigliano d’Arco, Molfetta, Chieti, Fano e Imperia, +15°C a Torino, Napoli, Genova, Reggio Calabria, Pisa, Salerno, Foggia, Cosenza, Brinisi, Jesi, Pinerolo, Ancona, Senigallia, Biella, Mazara del Vallo, Sciacca, Licata, Cefalù, Capo d’Orlando, Domodossola, La Spezia, Positano e Moncalieri, +14°C a Roma, Milano, Cesena, Caserta, Como, Benevento, Savona, Civitavecchia e Bra, +13°C a Firenze, Perugia, Novara, Varese, Latina e Mantova, +12°C a Udine, Parma, Reggio Emilia, Vercelli, Caltanissetta, Avellino, Asti, Cuneo, Pordenone, Vibo Valentia e Aosta, +11°C a Modena, Ravenna, Padova, Verona, Vicenza, L’Aquila, Cremona, Viterbo, Piacenza e Bergamo, +10°C a Bologna, Ferrara e Frosinone. Le tre città più fredde d’Italia hanno fatto registrare anomalia di oltre 5°C oltre la norma!E nei prossimi giorni avremo un clima ancora più mite…

Per approfondire http://www.meteoweb.eu/2018/01/previsioni-meteo-gennaio-anticiclone/1032911/#OFOJuDFLc8pRb8io.99

Share

About Author

Fabio Fornara

(7) Readers Comments

  1. andate a c…………………………..presuntuosi saccenti……………….

  2. Denis Dri

    Che disastro
    ..

  3. Gianemilio Ardigo

    Climate Change

  4. Emanuele Catarzi

    Chi sostiene il riscaldamento globale antropico dovrebbe spiegarci come giustificheranno le temperature che si stanno registrando nel Nord America, ma particolare la situazione che si sta creando in Siberia, dove nel frattempo ci sono -90 gradi Fahrenheit (-67,7°C), risultando le temperature più basse mai registrate sulla Terra se escludiamo l’Antartide.

    Speriamo che questo fallace global warming ci venga in aiuto dall’arrivo di questo prossimo super minimo solare. :/

    Enzo
    Attività Solare

  5. Daniele Nicolò

    Ma se a gennaio arriva questo passeremo nei prossimi mesi guai seri

  6. Mario Moretti

    X il gelo polare collegarsi con cautela su rete4 x loro e altri siti pseudometeo il grande gelo non e’ ancora finito!!!!!😱😱🚑🚑

  7. Sante Pecorari

    solito invernuccio…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Informativa sui cookie. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo maggiori informazioni

Non utilizziamo alcun cookie di profilazione. Sono utilizzati cookie legati alla presenza di plugin di terze parti. Se vuoi saperne di più sul loro utilizzo e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostraINFORMATIVA

Chiudi