Editoriali Slider — 22 dicembre 2016

Buon pomeriggio, come avrete notato dopo la passata piovosa per buona parte d’Italia di pochi giorni fa le giornate stanno tornando ad essere stabili, sul nostro paese è posizionata un’area di alta pressione che sta aumentando sempre più i suoi geopotenziali, accompagnato da un aumento netto delle temperature pomeridiane. In particolare vorrei porre l’attenzione sullo zero termico, cioè la quota in cui ci sarà la temperatura di 0 gradi.

Mappa italiana dello 0 termico e valori del geopotenziale del modello matematico GFS valida per lunedì 26 dicembre ore 13:00, notare come i valori più alti accompagnino l’espansione dell’anticiclone dai settori occidentali                                      FONTE: meteociel.fr

I prossimi giorni sarà davvero alta degna dei mesi estivi, la quota supererà in certe zone del paese i 3200-3300 metri soprattutto nei settori nord-occidentali, ciò vuol dire che a quota 2000 metri si supereranno i 5-6 gradi. Una notizia pessima per i nostri monti, in particolare per le zone appenniniche da nord a sud che in assenza (o carenza) di neve stanno soffrendo non poco per il turismo sciistico con le conseguenti perdite economiche, e continueranno a essere in difficoltà ancora per giorni dato che l’alta pressione sarà ben salda in Europa centro-meridionale. Per le Alpi invece la situazione è migliore dato che si sono avuti accumuli prossimi al metro i giorni scorsi, ma che si troveranno in forte diminuzione stante le temperature molto alte che ci attendono. Un accenno di sblocco potrebbe subentrare dalla fine del mese, ma questa è un’altra storia, ci torneremo a tempo debito per valutare questa possibilità. Sperando che l’inverno si metta sui binari che gli competono vi auguro una buona giornata e vi ringrazio per l’attenzione.

Share

About Author

Mattia Antonucci

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *